Mondo finance: sempre più un ruolo strategico

Mondo finance

Mondo finance: sempre più un ruolo strategico

Indice dei Contenuti

Qual è l’impatto del mondo finance sulle presa di decisione in azienda? Che competenze sono richieste oggi ai team finance? Come è cambiato il ruolo del CFO negli ultimi anni?

Queste domande sono diventate ancora più rilevanti nelle aziende odierne, in seguito agli effetti della pandemia. La pandemia, infatti, ha fatto comprendere la centralità della tecnologia sul lavoro, modificando le modalità lavorative utilizzate, ad esempio estendendo l’adozione dello smart-working in azienda. Cambiamenti come questo portano alla nascita di sfide, come la necessità di sviluppare competenze nuove e diversificate nel mondo finance, tra cui quelle tecnologiche.

Probabilmente stavi cercando “evoluzione del mondo finance”, oppure “CFO come Business Partner” quando hai individuato il nostro articolo.

Se è questo ciò che ti interessa, prosegui nella lettura e scopri di più!

Cosa rappresenta il mondo finance oggi?

Finanza aziendale: che cos’è?

Per provare a rispondere alle domande precedenti ed iniziare ad esplorare la tematica è utile innanzitutto chiarire il concetto di gestione finanziaria all’interno di una azienda.

La gestione finanziaria riguarda il monitoraggio dei flussi di denaro in entrata ed uscita di una organizzazione. Un esempio di flusso di denaro è la vendita di un prodotto o di un servizio ai propri clienti.

È facile intuire che la gestione finanziaria varia a seconda delle dimensioni dell’azienda, diventando più elaborata nelle organizzazioni medio-grandi e più snella in quelle medio-piccole. 

Di conseguenza, cambia anche il numero di figure addette alla finanza aziendale. Le piccole imprese tendenzialmente hanno solo un contabile o ragioniere che si occupa delle attività contabili. Le grandi imprese, invece, hanno a disposizione team più ampi.

Perché la gestione finanziaria è importante in azienda?

Una corretta gestione finanziaria in azienda è fondamentale per il raggiungimento di diversi obiettivi. Vediamo insieme i principali.

Mantenere la solvibilità aziendale

Il risultato più importante della gestione finanziaria è di garantire la “solvibilità aziendale”, cioè la capacità di sostenere costi finanziari, come saldare un debito.

Contribuire allo sviluppo aziendale

La finanza aziendale non dovrebbe limitarsi, però, a “far sopravvivere” l’azienda, ma dovrebbe anche aiutarla a crescere. 

Per farlo le figure del settore si servono di diversi strumenti di business, a seconda dell’andamento del mercato. Ad esempio, se le condizioni sono favorevoli, ossia l’economia sta crescendo, i professionisti possono raccogliere fondi da investire nell’apertura di nuove sedi aziendali. 

Aumentare la redditività

Anche il miglioramento della redditività svolge una parte fondamentale nello sviluppo aziendale. Questo significa stabilire insieme al team marketing il “prezzo giusto” di prodotti e servizi esistenti e nuovi. Se i prezzi sono troppo alti i clienti potrebbero scegliere un altro competitor, se sono troppo bassi l’azienda potrebbe faticare a far fronte ai vari costi.

Efficientare  i costi

I professionisti del mondo finance non gestiscono solo i prezzi di prodotti e servizi, ma monitorano tutti i costi in modo più ampio, come quelli legati ai dipendenti, agli affitti, alle materie prime etc, cercando di ridurli al minimo.

Ridurre i rischi

Da ultimo, ma non per importanza, la gestione finanziaria è utile a diminuire i rischi, come per esempio quello di ricevere multe, grazie alla scrittura di report sulle prestazioni aziendali in materia di business. In questo modo viene assicurato il rispetto delle normative.

Funzione finance: l’evoluzione nel tempo

Chi fa parte del mondo finance in azienda?

Fino ad ora abbiamo parlato in modo generico di professionisti del mondo finance. Ma quali sono le figure che costituiscono tipicamente un team di amministrazione, finanza e controllo? 

Data la presenza di numerose specializzazioni nell’ambito citiamo i ruoli chiave nelle organizzazioni.

  • Accountant: gestisce i pagamenti dell’azienda, registrandoli e verificandone l’allineamento con gli estratti conti delle banche. Solitamente questi dati vengono poi sintetizzati all’interno di report. 
  • Financial Controller: controlla i beni e le risorse finanziarie aziendali, orientando l’azienda verso la crescita economica. Questa figura fa da ponte tra la contabilità e la gestione, occupandosi anche della supervisione del team nel raggiungimento degli obiettivi, considerando l’andamento finanziario generale.
  • Chief Financial Officer (CFO): guida le aree di Amministrazione, Finanza e Controllo e supporta l’imprenditore nelle decisioni strategiche.

Cambiare l’approccio al lavoro

A questo punto sorge spontanea la domanda: come è cambiato l’approccio lavorativo delle figure finance negli ultimi anni?

Per spiegare il cambiamento del mondo finance prendiamo come riferimento tre tendenze:

  • dalla gestione di attività routinarie ad incarichi più sfidanti. Questo passaggio è stato possibile grazie allo sviluppo dell’Intelligenza Artificiale. Essa sta via via sostituendo il personale nello svolgimento di task ripetitivi, come le attività di controllo, consentendo di dedicare più ore lavorative a compiti maggiormente stimolanti.
  • dalla modalità asincrona alla gestione simultanea dei processi finanziari. Anche in questo secondo caso il cambiamento è stato guidato dalle nuove tecnologie (Real Time Analytics), che riconoscono problematiche finanziarie e le segnalano attraverso sistemi di allerta.
  • dall’approccio analitico all’approccio predittivo. Di nuovo, questa trasformazione è avvenuta grazie all’AI, che analizza non solo gli andamenti aziendali passati ma anche quelli futuri, grazie a simulazioni dette “what if”.

Le “nuove competenze” del mondo finance

Dall’analisi precedente emerge come la tecnologia abbia un ruolo centrale nell’evoluzione del mondo finance. Questo, però, non deve far pensare che questi professionisti debbano esclusivamente sviluppare skills tecniche per utilizzare le tecnologie al lavoro!

Saper usare le nuove tecnologie, infatti, è solo il punto di partenza, che consente di vederle come un supporto all’analisi dei dati e all’individuazione di insight fruibili

Le informazioni raccolte vengono poi “messe al servizio” della strategia e dello sviluppo aziendale. Ciò significa che i professionisti finance devono imparare a costruire un racconto sul dato, calandolo in un preciso contesto aziendale e spiegando le motivazioni per cui prenderebbero certe decisioni, piuttosto che altre.

Queste non sono altro che competenze business-oriented e relazionali!

CFO come Business Partner

Solitamente al vertice di un team finance troviamo il CFO (Chief Financial Officer), il responsabile finanziario. È naturale pensare che anche questa figura sia stata interessata dai cambiamenti del mondo finance.

Infatti, il CFO moderno non si occupa più solo di gestione finanziaria in senso stretto, ma è protagonista dei processi decisionali alla base dello sviluppo aziendale. Questo si intende quando viene chiamato “Business Partner”: svolgere un ruolo strategico, di intuizione e orientamento delle evoluzioni del business!

Di conseguenza il CFO ricopre una posizione chiave nei consigli d’amministrazione. Per essere più efficacemente di supporto al CEO, il CFO dovrà però acquisire una comprensione globale dell’azienda e interfacciarsi con altre funzioni aziendali, soprattutto il CIO (Chief Information Officer). Vediamo perché…

CFO e CIO in partnership!

Se la tecnologia è ciò che consente al CFO di modificare il suo approccio al lavoro è semplice capire perché debba comunicare con il responsabile della gestione delle informazioni (CIO).

Sicuramente, per favorire una comunicazione efficace tra CFO e CIO bisogna lavorare sulla costruzione di un linguaggio comune. Il rischio, infatti, è che si generino incomprensioni se si parlano “lingue diverse”, termini finanziari da un lato e termini informatici dall’altro. Un linguaggio condiviso permette, invece, di scegliere le tecnologie e i sistemi finanziari più adeguati per il CFO e di definire le responsabilità dei rispettivi team.

L’importanza della cooperazione tra CFO e CIO è chiaramente espressa anche dal report “Finance Insights – Reimagined” (2020, ACCA) in cui è stata evidenziata la necessità per i responsabili Finance e per i responsabili della gestione delle informazioni di lavorare insieme.

Si può comprendere, quindi, quanto il CFO possa ricoprire un ruolo strategico grazie alla stretta collaborazione con le figure apicali e con i membri del proprio team!

Perché il mondo finance è strategico in sintesi

In questo articolo abbiamo approfondito la gestione finanziaria e il suo ruolo sempre più cruciale nel panorama aziendale contemporaneo.

Abbiamo poi visto quanto i cambiamenti nel modo di intendere la gestione finanziaria abbiano riguardato tutta la funzione finance, incluso il CFO. Tutte queste figure, infatti, sono chiamate a sviluppare competenze relazionali e business-oriented per svolgere un ruolo strategico in azienda. In questo modo potranno essere un vero motore di innovazione.

Il settore finance mettendo, quindi, a disposizione sia hard skills che soft skills è fondamentale per guidare le aziende verso la crescita, soprattutto in un mondo in costante evoluzione. 

Sia per le aziende alla ricerca di collaborazioni solide che per i candidati interessati a questo ambito è fondamentale conoscere società di recruiting specializzate nel mondo finance!

Contattaci se vuoi avere altre informazioni sui nostri processi di selezione Finance & Accounting!

Bibliografia

ACCA, (2020). How can finance business partners drive real value in serving as conduits between finance and its stakeholders in our quickly evolving, dynamic climate across a broad range of business metrics?.

Leggi gli articoli correlati di Professional Recruitment sulla selezione del personale