La complessità dell’attività di head hunting

Il ruolo dei cacciatori di teste

Il ruolo dei cacciatori di teste

L’head hunting è una modalità di ricerca attiva dei candidati che consente di rintracciare particolari profili professionali all’interno di uno specifico settore di riferimento. Questa strategia si è consolidata già a partire dagli ultimi anni del secolo scorso ed è sempre stata utilizzata per la selezione di quadri direzionali e manageriali, il cosiddetto Top Management.

Com’è nato e si è evoluto l’Head Hunting 

La minor diffusione di questi candidati e il grande impatto che il loro lavoro riversa sull’azienda nella sua globalità hanno reso necessario utilizzare una modalità di ricerca mirata all’interno di uno specifico segmento di mercato. L’aver già operato nel medesimo settore garantisce infatti che il professionista conosca l’andamento e le dinamiche che comunemente lo caratterizzano; inoltre, il suo background lavorativo offre referenze e riscontri tangibili rispetto ai risultati raggiunti dal professionista. 

Sebbene fino a circa un decennio fa, l’Head Hunting era appannaggio esclusivo dell’Executive Search, ossia di quei professionisti che si occupavano del reclutamento dei soli candidati del Top Management, negli ultimi anni si è assistito ad una sua diffusione anche per la selezione di profili Dirigenziali e del Middle Management. Questo cambiamento è stato in parte influenzato dalla crisi economica che ha coinvolto l’intero panorama economico mondiale, modificando le politiche di gestione del personale all’interno delle aziende. Se da un lato si è andato incontro ad una forte riduzione del personale con conseguente riorganizzazione di ruoli e responsabilità, dall’altro lato per i nuovi inserimenti si sono preferite figure professionali con una conoscenza tecnica spiccata e che potessero apportare velocemente il loro contributo nell’organizzazione. Infine, sebbene le competenze relazionali e personali siano considerate sempre più attentamente in ogni processo di selezione, le aziende richiedono profili iper specializzati e con skill tecniche settoriali. Tale necessità rende quindi necessaria la costruzione di progetti di ricerca mirati e personalizzati per ruolo e ambito lavorativo di riferimento. 

Chi sono gli Head Hunter e perchè rivolgersi a loro 

In tale panorama intricato e in costante mutamento, sono proprio i cacciatori di teste  le persone più idonee ad identificare strumenti veloci ed efficaci per rintracciare e selezionare i migliori talenti. La loro preparazione permette di individuare un bacino di riferimento dove poter attingere ai candidati che per estrazione culturale e professionale possano ben inserirsi nella struttura aziendale e dare avvio ad una collaborazione proficua e di lungo periodo. 

A nostro avviso per essere un head hunter di successo è necessario, oltre a essere appassionato a questa particolare attività, avere un approccio dinamico al lavoro, ossia essere in grado di vagliare e scegliere con flessibilità, all’interno di un ventaglio di diversi strumenti professionali, quello più idoneo. Ogni progetto richiede lo studio di una strategia peculiare che possa garantire al cliente efficacia, rapidità e accuratezza nella ricerca. Raggiungere e selezionare profili all’interno di studi professionali è molto diverso dal selezionare figure impiegatizie a livello aziendale. Sono richiesti infatti stili di comunicazione e modalità relazionali differenti. Solo così si potrà costruire un contatto professionale di fiducia con il candidato ed accompagnarlo nel processo di ricollocamento, identificando opportunità motivanti ed in linea con i suoi valori. Risulta quindi chiaro che l’head hunting è un’attività dove la relazione e i rapporti umani sono protagonisti indiscussi e richiede per questo motivo una grande passione per l’essere umano in tutta la sua complessità. 
 
Infine, come in ogni ambito della selezione, ancor più nell’ambito dell’Head Hunting, è requisito indispensabile attenersi ad una rigorosa riservatezza sia nei confronti dell’azienda committente che nei confronti dei candidati che vengono opportunamente rintracciati e a cui si propone un ricollocamento. Diversamente non è possibile costruire un network professionale affidabile e di successo.