Le 4 P dell’HR: People, Place, Performance, Payroll

4P

Fin dal 1960, anno in cui è stato teorizzato da Jerome McCarthy, il concetto di Marketing Mix ha assunto sempre più importanza e rilevanza. Per Marketing Mix si intende l'insieme delle leve di marketing che l’impresa definisce e impiega per soddisfare il consumatore e raggiungere i propri obiettivi di mercato. Nel suo libro Basic Marketing: A Managerial Approach (1960), McCarthy definì il quadro concettuale delle 4 P per il marketing decisionale con i termini: product (prodotto), price (prezzo), place (luogo o distribuzione) e promotion (promozione). La teoria alla base è che, per soddisfare le esigenze del mercato, un’azienda si basa su una serie di variabili. Dopo aver analizzato il mercato di riferimento e aver compreso le sue esigenze, i marketer dell’impresa sono in grado di sviluppare tattiche, usando le 4P, per incoraggiare i clienti ad acquistare il prodotto.
La straordinaria flessibilità di questo modello permette di adattarne le caratteristiche anche in altri contesti, come quello delle Risorse Umane.

Nel contesto delle HR è possibile identificare 4 P ad hoc per questa sfera di riferimento: People, Place, Performance, Payroll.

People: per il buon funzionamento di una realtà aziendale è necessario investire sul capitale umano. La scelta di un team vincente e, quindi, la strutturazione di un piano di reclutamento efficace sono fondamentali per il miglioramento della performance organizzativa.

Per far si che la selezione e la valorizzazione del personale siano efficaci, è necessaria una buona comprensione e raccolta delle informazioni relative al ruolo che il candidato dovrà occupare. Si tratta quindi di analizzare quali mansioni, compiti, caratteristiche e skills dovrà possedere il profilo ideale per quella determinata posizione lavorativa, tenendo in considerazione  anche valori e mission aziendale. Una volta costruito il team perfetto, è bene investire sulla formazione di quest’ultimo. Il processo di learning and development del personale costituisce un elemento essenziale per favorire maggiore produttività, motivazione dei dipendenti, ottimizzazione dell’organizzazione interna e raggiungimento degli obiettivi aziendali. 

Place: è ampiamente dimostrato che anche il luogo di lavoro ha degli effetti sulla produttività delle persone. Un ambiente stimolante e funzionale in cui poter svolgere la propria attività lavorativa può infatti portare gli stessi dipendenti ad essere più motivati e proattivi nello svolgimento delle proprie mansioni quotidiane. Alcuni esempi positivi sono: l’introduzione di un openspace in grado di facilitare la comunicazione tra i dipendenti oppure aree ludiche comuni che intensificano e agevolano le relazioni interne favorendo il team building.

Performance: ovviamente i risultati ottenuti dalle persone e dall’azienda sono fondamentali per il benessere economico dell’organizzazione. Il Performance Management System (PMS) è l’insieme delle procedure di gestione che hanno come obiettivo l’orientamento e la guida dei comportamenti individuali e collettivi volti al raggiungimento della mission aziendale.
Per quanto concerne questa P è opportuno mettere in discussione i tradizionali canoni di valutazione della performance essendo questi sempre in continua evoluzione. Modelli valutativi come feedback troppo protratti nel tempo o sistemi burocratici ormai obsoleti minacciano dinamicità, flessibilità e proattività che risultano essere i canoni fondamentali per una gestione moderna del PMS.  

Payroll: attribuire il giusto valore economico alla competenza e alla professionalità dei propri collaboratori è un aspetto fondamentale per ogni azienda di successo.
Per raggiungere questi risultati può essere opportuno effettuare uno studio di retribuzione che sia in grado di fornire un’analisi del pacchetto retributivo dei lavoratori nelle realtà organizzative competitor.
Ma il compenso economico e i benefit non sono l’unico stimolo per un lavoratore: oggi, infatti, i talenti non considerano la retribuzione come l’unica leva attrattiva, ma sta assumendo sempre più rilevanza il job crafting, ovvero la possibilità di modellare (craft) e personalizzare le proprie mansioni adattandole a nuove esigenze e preferenze personali.

In conclusione, è possibile affermare che le 4 P dell’HR assumono un ruolo rilevante per lo sviluppo del business aziendale. Una buona scelta del team e del posto di lavoro, uniti a un’organizzazione efficiente della performance e del piano retributivo, sono infatti i punti chiave che determinano il benessere organizzativo e individuale, fondamentali per il successo del business. 

 

Marina Fracassi, Giacomo Rossi

 

Bibliografia

Wrzesniewski, A, & Dutton, J. E. (2001). Crafting a job: Revisioning employees as active crafters of their work

McCarthy, E. (1978). Basic marketing: A managerial approach